Sterilizzazione e castrazione dei criceti

Ai proprietari di cani e gatti è abbastanza comune sapere che i loro cuccioli dovrebbero essere sterilizzati o castrati, ma i proprietari di criceti potrebbero non essere così altrettanto consapevoli delle ragioni per curare i loro piccoli animaletti domestici se non per il controllo della riproduzione.

Perché dovrei far castrare o sterilizzare il mio criceto?

I criceti sono soggetti alle medesime malattie riproduttive che cani, gatti e conigli. 

I maschi possono ammalarsi di cancro ai testicoli e le femmine possono ammalarsi di cancro all’utero, di tumori mammari, e addirittura di un utero infetto chiamato piometra. Ulteriori benefici comprendono il controllo della riproduzione e possibili miglioramenti del comportamento se si ha un criceto aggressivo.

Un veterinario esperto in questo campo non avrà problemi a castrare o sterilizzare il criceto e consiglierà l’età che lui o lei preferirebbe fare l’intervento chirurgico (in genere da sei a otto mesi di età). Se hanno qualche preoccupazione riguardo l’intervento chirurgico per il tuo animale domestico in questione, te lo faranno sapere in anticipo. 

E’ possibile effettuare un’analisi del sangue, ma l’anestesia deve essere somministrata per ottenere il campione di sangue e lo screening è di solito limitato a causa del piccolo prelievo che può essere raccolto. 

Liquidi endovenosi (liquidi per via endovenosa) sono anche consigliati prima, durante e dopo l’intervento per mantenere costante la pressione sanguigna, per consentire un accesso diretto alle vene in caso di emergenza e per prevenire la disidratazione, ma spesso non possono essere prescritti a causa dei vasi sanguigni molto piccoli che i criceti possiedono.

I liquidi sottocutanei vengono di norma somministrati sotto la pelle.

Di quali rischi stiamo parlando?

Una delle preoccupazioni relative a qualsiasi procedura di anestesia, in particolare quelle che coinvolgono piccoli pazienti esotici, è naturalmente la morte. 

Sebbene questa sia una cosa molto spaventosa a cui pensare, non dovrebbe essere trascurata.

La probabilità che il tuo criceto muoia mentre è in anestesia è molto bassa con un veterinario esperto di esotici che li fa controllare da un tecnico veterinario autorizzato durante l’operazione. 

Ulteriori rischi comprendono complicanze chirurgiche come problemi di emorragia o anomalie riscontrate durante l’intervento. Anche in questo caso sono molto bassi per un veterinario esotico esperto o per un criceto che è in grado di controllare adeguatamente il dolore.

Quindi, se mi sento a mio agio con il mio veterinario esotico, perché non dovrei far controllare il mio criceto?

Il motivo numero uno per cui le persone non si fanno sterilizzare o castrare i criceti non è il rischio anestetico o la possibilità di complicazioni chirurgiche, è il denaro.

Se non puoi permetterti un intervento chirurgico che costerà, in media, tra i 150 e i 400 euro, per un animale domestico che vivrà tra i 2 e i 2 anni e mezzo, allora non farlo.

Esiste una compagnia che fornisce assicurazioni per animali domestici esotici, ma la sterilizzazione o la castrazione può essere coperta o meno. 

Prima di andare dal veterinario, controlla i pacchetti assicurativi specifici per animali domestici esotici disponibili per il tuo criceto.

Un altro motivo per cui le persone non riescono a ricoverare i loro criceti è che non capiscono come questo andrà a vantaggio del loro animale domestico. Se hai ulteriori domande sulla necessità o meno di sterilizzare o castrare il criceto, chiedi al tuo veterinario.

In conclusione: se non ti senti a tuo agio con l’intervento chirurgico  e hai accettato i rischi che stai assumendo non avendo il tuo roditore curato, allora l’opzione migliore per te potrebbe essere quella di non fare l’intervento chirurgico. Pesa le opzioni e rifletti sulle cose finché non ti senti sicuro con la decisione prima di fare la scelta

Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0.00